Fahrenheit 451

fahrenheitEccomi qua a raccontarvi la mia esperienza con questo fantastico libro. Non potevo non cedere al fascino di un romanzo di fantascienza sulla realtà dispotica. Ma non è solo questo, un’amante dei libri si poteva lasciare sfuggire un futuro dove invece di salvare i libri, si bruciano?

Allora cominciamo dall’inizio: Fahrenheit 451 (temperatura a cui brucia la carta) è un romanzo scritto da Ray Bradbury (1920-2012) pubblicato a puntate nel 1953. Una dittatura totalitaria ha impedito di possedere libri e chi si oppone o viene trovato in possesso di essi è incarcerato o può, anche capitare, che si faccia bruciare con i suoi stessi libri. Coloro che adempiono questo rovinoso e abominevole compito sono proprio i vigili del fuoco che un tempo domavano le fiamme ora appiccano incendi. Ad ogni individuo viene negata la libertà di leggere, impedendo così di formarsi idee proprie e opinioni contrastanti al potere dominante. Ma altresì si da ampio spazio e respiro ai mass media, alle trasmissioni televisive che possono gestire la mente e i pensieri di chi ne usufruisce. Infatti, la popolazione totalmente assuefatta, passa le giornate davanti ai televisori che occupano pareti intere. Oppure ascoltano la radio mediante un dispositivo che risiede sempre nell’orecchio. Guy Montag è il protagonista del romanzo – un pompiere che oramai appicca solo incendi-  una sera, tornando a casa dal lavoro incontra la sua giovane vicina di casa, la diciassettenne Clarisse McClellan, che insinua nella sua mente il seme del dubbio, una minaccia alle sue certezze. Clarisse proviene da una famiglia che non ha televisioni e, ancora, parlano tra loro, non è alienata dal modo di pensare imposto dal governo, tanto da aver smesso di frequentare la scuola. La ragazza gli farà una sola domanda: è felice? Montang pensa di sì, ma in realtà si renderà conto che non è assolutamente vero. Inizia a mettere tutto in discussione, il suo rapporto con la moglie, il suo lavoro, se quello che sta facendo è un bene, prova curiosità verso il mondo e ora anche verso quelle cose che ogni giorno deve bruciare nelle case di chi possiede libri. Inizia così a sottrarli per poterli leggere. In tutto questo incontrerà il professor Faber che lo condurrà verso la rivolta e la ribellione. Conoscerà altri dissidenti che insieme si dirigeranno verso la ricostruzione di un mondo nuovo.

Bradbury ha voluto porre l’accento su come una società soggiogata dai mass media è facilmente manovrabile soprattutto quando si eliminano i libri che potrebbero portare al libero pensiero ed a un esame critico verso i  fatti, il mondo, la vita. Insomma una società che ha messo alla gogna il libero pensiero.

 

Annunci

4 thoughts on “Fahrenheit 451

  1. Mi è piaciuto moltissimo questo romanzo, che dopo ho voluto vedere anche il film! Il libro lo trovo superiore, come nella maggior parte dei casi, e soprattutto sorprendentemente attuale 😉 ne parlai anche in un post se ti andasse di darci un’occhiata 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...