Una nuova trilogia Fantasy

John BaleJohn Bale e la Leggenda di Ashkan, edito dalla Kimerik, è un romanzo fantasy, primo libro di una trilogia. Renato di Pane, l’autore, ci catapulta in una storia affascinante e piena di risvolti sorprendenti. Tra realtà e fantasia i protagonisti del suo romanzo ci coinvolgono e ci catturano fino all’ultima pagina, donandoci emozioni difficili da dimenticare. Ma ora, con questa intervista che l’autore molto gentilmente mi ha concesso, vorrei farvelo conoscere un po’ meglio, non mi resta che augurarvi buona lettura. Continua a leggere

Annunci

Il gioco crudele degli scacchi

MauresingQuesto è il secondo romanzo di Paolo Mauresing che leggo e devo ammettere che ha talento e grande stile. La Teoria delle ombre, pubblicato nel settembre 2015, è un libro che parla degli scacchi come un’eterna lotta tra il bene e il male, ma soprattutto come un’arte per cui vivere e sopravvivere.

Il protagonista del romanzo è Alexandre Alekhine, campione del mondo di scacchi per circa un ventennio, è stato trovato morto la mattina del 24 marzo 1946 nella sua stanza dell’Hotel do Parque, a Estoril (Portogallo). Quella mattina il cameriere, incaricato per portargli la colazione, lo trova seduto sulla sua poltrona, gli scacchi davanti, indossando il suo cappotto. Le perizie mediche liquidano subito il tutto adducendo ad asfissia. Il mistero sulla sua morte aleggia ancora oggi, del come e del perché. Continua a leggere

Fahrenheit 451

fahrenheitEccomi qua a raccontarvi la mia esperienza con questo fantastico libro. Non potevo non cedere al fascino di un romanzo di fantascienza sulla realtà dispotica. Ma non è solo questo, un’amante dei libri si poteva lasciare sfuggire un futuro dove invece di salvare i libri, si bruciano?

Allora cominciamo dall’inizio: Fahrenheit 451 (temperatura a cui brucia la carta) è un romanzo scritto da Ray Bradbury (1920-2012) pubblicato a puntate nel 1953. Continua a leggere

I lati oscuri dell’uomo

MacabroMacabro, romanzo scritto da Fabrizio Maceroni, edito dalla Kimerik, ci racconta i lati oscuri dell’uomo: la violenza, i gesti efferati e molto altro; ma contemporaneamente, può elevarsi ad azioni meravigliose e di bontà estrema. Ciò che scrive l’autore, gli proviene dalla quotidianità, dalla società che lo circonda, ponendosi delle domande e rivolgendone al lettore. Un’opera da leggere e da scoprire, aperta, per potersi interrogare su dove siamo e su dove vogliamo andare. Continua a leggere

Intervista con un operatore esoterico: Luigi Bulla

BullaLuigi Bulla, astrologo e cartomante, pubblica per la Kimerik L’arcano sentiero della cartomanzia , un manuale che ci addentra nel mondo dei tarocchi. Un viaggio interessante anche per chi come me era del tutto profana a tale argomento. Scopriamo il libro e l’autore attraverso questa breve ma significativa intervista:

Come si svolge la sua attività di operatore dell’occulto? Svolgo la mia attività di operatore esoterico da quasi ventiquattro anni, la mia attività si svolge previo appuntamento, con pagamento regolarizzato da fattura fiscale (in quanto in regola come qualsiasi altro libero professionista), svolgo consulti di Cartomanzia quindi con l’ausilio del mazzo dei tarocchi o delle Sibille, ma sono anche un bravo sensitivo. Continua a leggere

Per non perdere mai la speranza

halifaxTutti sono niente, io sono nessuno, edito dalla casa editrice Kimerik, è il titolo dell’esordiente Robert Halifax. In questo testo l’autore racconta se stesso, le sue esperienze di vita, l’esigenza di non arrendersi mai davanti a nulla nonostante le difficoltà e le prove che la vita ci sottopone. Gradevolissima lettura, consigliata a tutti.

Questo è il suo vero nome oppure uno pseudonimo? Robert Halifax è uno pseudonimo, in realtà mi chiamo Luca: ho scelto un altro nome per garantire il mio anonimato e perché pensavo, avrebbe fatto più presa sul pubblico rispetto un nome italiano. Continua a leggere

L’incredibile piano della scrittrice senza nome

L'imprevedibile piano

Vani è una scrittrice, ma non una qualsiasi, è una ghostwriter, lavora per una casa editrice di Torino. Il suo lavoro è sommerso, non può mostrarsi in pubblico, quando si reca presso la casa editrice è in incognito, mai nessuno potrà tessere le sue lodi. Lei sa bene tutto questo e ci convive meravigliosamente perché odiando il mondo cosparso da esseri umani, quasi come una sociopatica, possiede un grande dono (oltre a quello di saper scrivere) è incredibilmente empatica. Continua a leggere