La realtà distopica

trilogia 2Sono stata sempre appassionata di film di fantascienza e dei fantasy, ma a dirla tutta non mi ero mai avvicinata alla lettura dei generi sopra menzionati. Diciamo che è una semi-verità se si esclude Robot NDR – 113 di Isaac Asimov – un libro fantastico – oppure l’Atlante di Smeraldo di John Stephens – di cui devo leggere a breve, gli altri due della trilogia- : allora ritornando a noi sono quasi una neofita nel campo delle saghe e dei racconti di realtà distopiche ( dio come mi affascina questo termine!), ma ho iniziato a vedere i film della saga di Veronica Roth Divergent, poi seguito da Insurgent. Senza dubbio saranno romanzi e film per adolescenti e ventenni, ma io sono rimasta folgorata dalla bellezza, per non dire prestanza fisica di Tobias alias Four, il protagonista maschile dei film interpretato da Theo James, e così tutto il resto è passato in secondo piano.trilogia 3 No, attendete un attimo sto mentendo, i due film della trilogia sono molto belli e interpretati bene, così presa dalla scia non potevo attendere ulteriormente per sapere come andasse a finire la storia ed ho acquistato il terzo volume della saga Allegiant, ora, per leggerlo. Ero prevenuta pensavo che fosse un romanzo scadente, tradotto male, insomma di bassa lega, invece mi sono dovuta ricredere, letto tutto d’un fiato con ben 531 pagine al suo attivo. Mi sono veramente pentita di non aver letto anche gli altri due oramai so la storia e non posso ritornare indietro – perdonatemi sono fatta così -.
Riassumo in breve un po’ la trama. Ci troviamo in un futuro, dove la nostra trilogia rothsocietà avrebbe dovuto fare passi in avanti verso l’egualitarismo sociale, la pace nel mondo e la riconciliazione con il nostro pianeta Terra, invece tutto è stato costruito secondo un sistema di fazioni e tutti gli uomini sono etichettati secondo la loro appartenenza. A sedici anni si deve scegliere cosa sei e dove vuoi andare, per vivere e morire in quel luogo secondo le regole della fazione prescelta. Ma ci sono i divergenti che in realtà in una struttura sociale cosi pianificata e rigida non trovano posto perché loro potrebbero appartenere a tutte le fazioni, non si assoggettano a nessun tipo di siero loro iniettato, in poche parole sono diversi. Il diverso in qualsiasi società è visto con paura e scetticismo perché negazione dell’omologazione, mette in discussione la nostra identità. Così sono perseguitati e si devono guardare le spalle dal governo, naturalmente Tris la protagonista è divergente come il suo grande amore e compagno di avventure Four – di seguito si scoprirà che non sarà così -.tris Vivono in una città recintata da muri altissimi e ben fortificati, loro pensano che quello sia l’unico mondo possibile ed esistente. Certo che la realtà che andranno a scoprire sarà molto diversa da quella che hanno sempre vissuta, scopriranno che vivono in una città chiamata Chicago, loro sono un esperimento voluto dagli Stati Uniti, un organizzazione coatta degli uomini di potere mediante la somministrazione di sieri. I divergenti in realtà non sono i reietti della società ma saranno loro i Geneticamente Puri che dovranno salvare il mondo. Ho fatto un riassunto estremamenteriduttivo, ma il messaggio che l’autriceroth ci ha voluto lasciare è molto forte e gridato a gran voce: nessuno può essere additato per diverso, nessuno deve essere etichettato, non esistono persone perfette o con quozienti intellettivi migliori degli altri per cui si debbano proteggere gli uni a discapito degli altri, nessuno è geneticamente perfetto. L’uomo possiede sempre l’atavica paura del diverso, di voler manipolare e assoggettare, di etichettare e scartare, ma gli uomini sono uomini con tanti difetti ma anche con tanti pregi, uno fra tutti l’imprevedibilità…

Che ne dite, tutto questo non è sconvolgente e interessante per una trilogia Young Adult? Stupefacente, continuerò a cercare, perché in tutta questa moda di saghe, trilogie, enciclopedie a puntate, ci sarà ancora qualcosa che mi stupirà di nuovo, e dove anch’io avrò sbagliato ad apporre l’etichetta di Refused.

Ma questo mio personalissimo resoconto sulla trilogia della Roth, lo voglio concludere così:

“Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo guardare le cose sempre da angolazioni diverse” Robin Williams in “L’attimo fuggente” di Peter Weir.

“L’importanza sia nel tuo sguardo, non nella cosa guardata” André Gide.

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” Marcel Proust.

Annunci

10 thoughts on “La realtà distopica

  1. Adoro la fantascienza ed adoro Asimov di cui ho letto tutto! La sua saga galattica e la psicostoria mi hanno affascinato son da subito come i robot! I film distopoci poi piacciono anche a me a partire dal grande Blade Runner.Ma anche 1984,Brazil, Aeon Flux, Matrix e altri ancora mi sono piaciuti.E anche questi due non sono male. Recentemente Automata e una serie franco canadese che mi ero scaricato!

    Liked by 1 persona

    1. Vaiiiii! ma tu sei imbattibile! Mi sto approcciando ad una nuova saga dispotica niente, niente male si chiama Firebird – la caccia- edito dalla mondadori. Prova a leggerlo! appena lo finisco faccio una recensione/impressione. Speriamo che non mi delude.A presto e buon fine venerdì!

      Liked by 1 persona

  2. Asimov e il più grande di tutti.
    Soprattutto sa anticipare in modo sublime il futuro.
    Automata, prende spunto da Asimov.
    Un buon film, ma con una debole sceneggiatura.
    Ultimamente i film di fantascienza si assomigliano tutti, manca l’idea nuova.
    “Interstellar” e un buon film ma poco facile da comprendere per alcuni.

    Liked by 2 people

    1. Guarda sono le stesse parole che mi ha sempre detto mio marito, lui ha letto proprio di tutto sulla fantascienza. Interstellar forse è stata l’idea nuova che mancava da molto tempo. Io sono riuscita ad abbattere le difficoltà insite nel film grazie sempre a mio marito (sai lui è un fisico, topetto da laboratorio che studia le nano particelle, non so altro!). grazie per essere passato dalle mie parti e avermi letto! buona giornata! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...